Fisherman sand

Io li chiamo i “pescatori di sabbia” perché è quello che ho visto. Tutti i giorni ad intervalli di 6 ore, per 24 ore, si imbarcano, risalgono il fiume Niger, scollegano le loro barche e si immergono a “pescare” la sabbia del greto. Riempita la piroga la ricollegano alle altre, e, con un grosso motore diesel, le riportano tutte al punto di partenza, dove vengono svuotate da altri e la sabbia venduta serve per farne cemento e altro materiale per la costruzione.
Pochi soldi e un lavoro fisicamente molto impegnativo, fatto da giovani per lo più, ma questo si sa che l’Africa e gli africani non si risparmiano per i lavori pesanti.